L’avvelenamento del pozzo

12 Ottobre 2011 0 Di admin2

L’origine del termine proviene dalla pratica di gettare una piccola quantità di veleno in un pozzo prima che un esercito nemico invada il territorio, per ottenere risultati micidiali con una piccola azione. Nel dibattito politico la tecnica viene usata per delegittimare pubblicamente l’avversario in anticipo avanzando sospetti circa la sua cattiva fede o sulla sua credibilità. Ogni cosa che dirà l’interlocutore sarà quindi ignorata, considerata irrilevante o del tutto falsa. C’è un piccolo libro dal titolo Verità avvelenata che racconta buoni e cattivi argomenti del dibattito politico. Sembra per addetti ai lavori, ma non lo è. Può diventare uno strumento prezioso nelle mani di tutti i cittadini per smascherare gli argomenti dei manipolatori dell’opinione pubblica. Perché anche la democrazia ha le sue fragilità.