Il fortino assediato

26 Ottobre 2011 0 Di admin1

Chissà se a Forte dei Marmi sarà ancora possibile ordinare in pizzeria un “pane arabo”. Io l’ho fatto mille volte, proprio al Forte, e non ho mai notato cali di vendite della “schiacciata” della Norma o delle focaccine di Valé, né ho udito lamentele contro quell’alimento dal nome beduino. Il consiglio comunale della città versiliese ha approvato – all’unanimità – un regolamento che, nella pratica, vieta l’apertura di fast food americani, kebab o sushi bar in centro o sul lungomare. Il sindaco Buratti giura che non si tratta assolutamente di un atto xenofobo. «Non vogliamo nemmeno che succeda, in altri campi, quello che è già capitato con l’abbigliamento», (cioè l’invasione di griffe internazionali, che hanno fatto schizzare alle stelle i costi degli affitti, sfrattando di fatto i piccoli commercianti di una volta).
E i progetti comunali, per dare spazio e sostegno a piccoli valenti artigiani in aree centrali del paese, sono meritori. Vedremo, alla prova dei fatti, con quale solerzia resterà rigida questa decisione unanime: se cioé si saprà dire di no in egual modo a un americanissimo, ma “fichissimo” centro Apple, cosí come a un negozio di sete indiane o sculture africane.