Brutti, sporchi e cattivi

18 Giugno 2015 0 Di admin1

Fermàti a Ventimiglia, fermàti a Bolzano, non fatti salire sui treni per raggiungere il resto dell’Europa. Profughi sugli scogli, ai bordi dei binari. La paura di perdere un voto e consenso è più forte del buon senso. Riconoscibili solo perchè neri e malvestiti? Più identificabili per il colore della pelle, a differenza di quanto successe in una simile “invasione” da parte degli albanesi? Mosche nere tra noi mosche bianche, vestiti di stracci? Non è razzismo questo? Non è discriminare questo? Se è l’apparenza il nostro tormento, allora propongo a uno stilista italiano (perchè la moda è motore per la nostra amata Italia) di rivestire di tutto punto quelle donne e quegli uomini, che diventeranno belli, puliti e buoni. Degni ai nostri occhi di proseguire il loro viaggio. Un modo per mettere in pratica quel “vestire gli ignudi”. Forza, novelli o navigati Valentino, Giorgio o semplicemente creativi del bel vestire, EXPOnete i vostri modelli! Magari il mondo ammirerà una volta di più i vostri abiti e questa gente raggiungerà finalmente i propri sogni.